Focus


Cersaie: le novità dell’edizione 2021


"I prolungati periodi di permanenza nelle abitazioni dovuti al lockdown hanno determinato, in tutti i continenti, un maggior interesse da parte dei consumatori per la riqualificazione degli ambienti della propria casa, anche in termini di salubrità"

27 settembre 2021

L’appuntamento con Cersaie, il Salone Internazionale della Ceramica per l'Architettura e dell'Arredobagno, è in programma dal 27 settembre al 1 ottobre presso il Quartiere Fieristico di Bologna.  

"Tornare a organizzare un evento della portata del CERSAIE e riportare la nostra clientela internazionale a vivere direttamente e fisicamente l'esperienza del Made in Italy è di vitale importanza per un settore che esporta per l'85% del proprio fatturato”, ha dichiarato Giovanni Savorani, Presidente di Confindustria Ceramica. “I prolungati periodi di permanenza nelle abitazioni dovuti al lockdown hanno determinato, in tutti i continenti, un maggior interesse da parte dei consumatori per la riqualificazione degli ambienti della propria casa, anche in termini di salubrità. Questa ha generato una maggiore attenzione verso i materiali ceramici, l’arredobagno, le cucine, l’outdoor, l’illuminazione, il wellness e le finiture di interni – tutti settori merceologici presenti nell’edizione 2021 di Cersaie”.

Per il secondo anno Cersaie dimostra la sua attenzione al mondo della progettazione e alle relazioni con il contract con il progetto “Archincont(r)act”. Su una superficie di circa 2mila metri quadrati, organizzata in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri ed ICE Agenzia, saranno presenti dieci studi di architettura internazionali di primo piano, disposti su una area dedicata al networking tra chi sviluppa la progettazione e chi investe in spazi architettonici che qualificano le città, in Italia e nel mondo.

Lo spazio, con un’Area Talks centrale, vedrà la partecipazione di Archea Associati – Firenze, Archilinea – Sassuolo (Mo), Caberlon Caroppi Architetti Associati – Milano, Iosa Ghini Associati – Bologna, Lombardini22 – Milano, NOA* Network of Architecture – Bolzano e Berlino, One Works – Milano, Pininfarina Architecture – Torino, Studio Bizzarro e Partners – Ravenna, THDP – Londra (UK).

Tutti gli ospiti di questo spazio avranno modo di ammirare anche il concept ‘Spa in Outdoor’, realizzato dai dieci studi, tema di attualità particolarmente sentito dai professionisti che operano nel mondo contract.
 


Guarda anche: Café della Stampa X l’Arca International – Edifici Scolastici e di Insegnamento. Architettura Post Covid



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata.

— Vedi anche